Pigz un’alternativa a gzip

Nel convertire un filesystem btrfs in ext4 quando dovevo creare un’immagine di backup del disco prima di convertirlo, ho usato dd in combinazione con gzip per creare l’immagine da una live in modo da non avere il disco che dovevo backuppare montato.

Viste le dimensioni del disco copiare e comprimere l’immagine è un’operazione abbastanza lunga anche usando l’opzione –fast di gzip e mentre aspettavo mi sono chiesto se esistesse una versione di gzip o un suo sostituto che lavorase con più core anzichè usarne uno solo, ed è così che ho scoperto pigz, praticamente gzip con il supporto multicore/multiprocessore, così posso sfruttare tutta la cpu per comprimere file molto grossi anzichè un singolo core/cpu.

Facendo un piccolo test usando una cpu Intel Core 2 Duo 2.7 Ghz e il disco da backuppare un disco sata2 da 250Gb usando gzip in combinazione con dd il transfer rate si aggirava sui 21 MB/s verso un altro disco sempre sata2, mentre usando pigz il transfer rate si è più che raddoppiato arrivando a 51 MB/s.

Ovviamente il collo di bottiglia dell’operazione resta comunque la cpu ma almeno così la strozzatura è molto meno marcata.

Condividi:
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • Digg
  • StumbleUpon
  • del.icio.us
  • Yahoo! Buzz
  • Print
  • email

One thought on “Pigz un’alternativa a gzip

  1. Pingback: Convertire un installazione Btrfs in Ext4 | blog.codelime.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Connect with Facebook